3.5.10

3.05.10 Quando il divano è "al bacio"


Quando il divano è “al bacio”:
il kiss guerrilla Scai Comunicazione al Salone del Mobile di Milano

Milano 14- 19 aprile – Due ragazzi si baciano. E uno standista rimane a guardarli. Non siamo in un giardino pubblico, né su una panchina qualunque. Siamo al Salone del Mobile di Milano e su un divano made in Italy. E’ qui che la Scai Comunicazione ha deciso di interpretare il proprio lavoro attorno al concetto della “coppia”, comunicandolo con il simbolo più adatto: il bacio. La spiegazione, per chi lavora nel mondo della comunicazione, è abbastanza chiara: la creatività è un processo complesso che unisce passione, emozione, impegno. Il copywriter e il graphic designer lavorano in coppia, fino al raggiungimento di un equilibrio totale tra testo e immagini, esigenze del cliente e gusto estetico, concetti promozionali ed emozionali. Un vero e proprio rapporto di amore che lega la coppia creativa, si traduce in un lavoro grafico, per coinvolgere poi i clienti e i clienti dei clienti. Durante l’evento, è stata così pianificata un’azione di guerrilla marketing a tappeto: un uomo e una donna di bell’aspetto e grande presenza scenica, vestiti elegantemente, hanno visitato gli stand delle aziende produttrici di divani, dimostrandosi interessati ai mobili esposti e richiedendo informazioni dettagliate. Proprio nel momento in cui l’addetto vendite dello stand, entrava del dettaglio delle informazioni, la coppia iniziava a baciarsi, lasciando tutti esterrefatti. Dopo qualche minuto, i due attori ringraziavano e si allontanavano dallo stand.

L’effetto?

Stupore generale, stile candid camera. Ma, dopo qualche secondo, arrivava la spiegazione: un account di Scai Comunicazione si avvicinava all’addetto dello stand, lasciandogli una cartolina dal claim “Coppia Creativa Scai. Unisciti a noi.” Un messaggio provocatorio e ammiccante, con cui la Scai Comunicazione ha inteso invitare le aziende del settore mobile a diventare suoi partner, mettendo a disposizione competenze e professionalità acquisite. “Abbiamo scelto di creare un’azione di guerrilla emozionale” afferma Michele Franzese, AD della Scai Comunicazione “puntando sulla potenza di un’immagine semplice ed emotivamente forte come quella del bacio, perché volevamo offrire ai nostri clienti la prova diretta di come sappiamo trasmettere emozioni e catturare l’attenzione del cliente con strumenti a basso costo e con una comunicazione altamente sostenibile.”

www.scaicomunicazione.com

2 commenti:

  1. Non sanno più cosa inventare.... Sono alla frutta!

    RispondiElimina
  2. è già ormai la provocazione la fa da padrona!

    RispondiElimina